10 E adesso?

6 Agosto 2019

La Risonanza proseguiva così:

In sede encefalica, compaiono ulteriori focolai di demielinizzazione…. In fossa cranica si osserva la comparsa di un piccolo focolaio nel peduncolo cerebellare medio di sinistra. Dopo la somministrazione del mezzo di contrasto sono riconoscibili impregnazioni nodulari, di variabile dimensione in sede frontale sinistra. In corrispondenza dell’asse spinale, un vasto focolaio ovalare e con un netto enhancement dopo mezzo di contrasto compare nella compagine del parechima midollare tra C3 e C5. A carico della restante parenchima midollare si confermano più tenui focolai, privi di reattività al mezzo di contrasto in corrispondenza di C5, C6, C7”.

Abbiamo riletto quell’unico foglio almeno tre volte prima di leggerlo davvero, ricordo che eravamo seduti sul divano sotto la grande finestra del soggiorno, Ale guardava il foglio intensamente come se questo potesse servire a riscrivere la sentenza medica, decisi di interrompere quel silenzio dicendo

“E adesso che si fa?… non ci posso credere che sia così, non pensavo così male, non è possibile!”

La mia prima preoccupazione era dirlo ai miei, poi all’ospedale e all’apiterapeuta Jose Luis. Purtroppo era giunto il momento di abbandonare definitivamente l’idea di andare in vacanza! Dentro di me già sapevo che quella era una ricaduta bella tosta, solo non volevo fosse così, così quando lo vidi il referto scritto nero su bianco dovetti ammettere l’evidenza medica e quindi prenderne consapevolezza.

La mia testa era affollata da un caos di pensieri, non sapevo cosa pensare:

Sospendere il farmaco mi aveva portato ad avere una tale ricaduta? Le api potevano aver favorito la cosa? Non lo sapevo…

Comunque fosse non era più il caso di omettere informazioni all’ospedale così di li a poco inviai la mail all’ospedale con il referto e in parallelo scrissi a Jose Luis che già tempo prima mi aveva accennato che i sintomi che lamentavo non erano effetti collaterali da veleno e che si poteva trattare di attività di malattia. Purtroppo la differenza di orario non ci consentiva di comunicare facilmente e questo faceva si che tra una risposta e l’altra passassero parecchie ore. Così restai in attesa, mentre nella mia testa si stava diffondendo quel senso di rassegnazione tremendo che non lascia spazio alla speranza…

Di li a poco sentimmo il rumore delle chiavi e poi la porta aprirsi, erano i miei, stavano salendo le scale, li salutammo senza troppa enfasi, loro sembravano leggeri così non volli rovinare quel momento con quell’orrenda notizia, in realtà non ci voll poi molto prima che il cellulare iniziasse a squillare, infatti era l’ospedale…

“ Signora chiamo dall’ospedale, ho visto il referto, sinceramente pensavo ci fosse del movimento ma non mi aspettavo una Risonanza di questo tipo”

“Che cosa facciamo?” Replicai

“Dobbiamo cominciare urgentemente i boli di cortisone e far rientrare la crisi, gli altri esami che ha fatto vanno bene, appena ho le date le scrivo e iniziamo con il day hospital, arrivederci e stia su col morale, non si preoccupi che la tiriamo fuori!”

Riattaccai. I miei erano con le orecchie dritte in attesa di avere delle spiegazioni, avevano già assalito Alessandro di domande ma ora toccava a me:

Incalzarono “Perché non ci avete detto che era arrivato il referto? Vi abbiamo visto giù di morale e non capivamo…

Diedi il foglio a mio padre che lesse ad alta voce come fa lui: mangiandosi tutte le parole… poi ruppe la cantilena dicendo:

“ Era tutto fermo e ora siamo da capo… che cosa abbiamo fatto di male per meritarci questo?” Eravamo tutti imbambolati a guardare nel vuoto a cercare soluzioni che non arrivavano. “ Non possiamo più rischiare” disse ancora “non me la sento, devi ricominciare il farmaco. Mia madre intanto era silenziosa e nervosa, lo so perché quando è nervosa si tocca le mani insistentemente, Ale non diceva nulla e io neanche, lasciammo parlare mio padre a vuoto”

Dopo qualche ora arrivava la mail dell’ospedale: Ecco le date


Giovedì 08/08 ore 08:10
Venerdì 09/08
Lunedì 12/08
Martedì 13/08
Mercoledì 14/08

Presso il Day Hospital Multidiscipoliare del IV piano

Se riesce a sporgerci già domani il CD della RMN Le faccio avere contestualmente l’impegnativa per la terapia
Io domani arrivo per le 13-13:30

Letta la sentenza dovevo cominciare a prepararmi psicologicamente a quella che sarebbe stata una bella vacanza di boli!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

G-PANT-ONE

Il colore che scegli e’ lo specchio del tuo mood del giorno

Apitherapy News

The Winged Girl

WordAds

High quality ads for WordPress

Vivere Paleo

Feel good about yourself

APITERAPIA

Il blog dell'apiterapia in Italia

Api&Benessere

Benessere dell'uomo, degli animali e dell'ambiente

Blog delle api

quello che c'è da sapere sulle api e sul miele

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Sclerosi multipla

The Winged Girl

Donnamoderna

The Winged Girl

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: