03 Mondo Sospeso

34

16 luglio 2019

La mattina ho aperto gli occhi e mi sono resa conto che continuavo a peggiorare, non sentivo neanche quando mi infilavo i pantaloni e le mani continuavano a perdere sensibilità, ero completamente anestetizzata dai seni in giù: per chi non lo sapesse la crisi colpisce e si sviluppa come una sinusoide fino a toccare l’apice e poi rientrare in percentuale indefinita, può capitare che tu ti riprenda al 99% come al 50%, è del tutto arbitrario, neanche i medici lo sanno con certezza!

Volevo cercare di perdere meno tempo possibile e ho iniziato seriamente con l’apiterapia: somministravo per bocca il polline, propoli e pappa reale e soprattutto mi iniettavo il veleno d’api.

La sera precedente avevo parlato con Jose-Luis che mi aveva consigliato di continuare a salire con il numero di iniezioni con costanza e determinazione, sarei dovuta arrivare almeno a  20 punture al giorno! Dovevo applicare le punture in alcuni punti specifici dell’agopuntura e non potevo do certo raggiungerli da sola e per questo arruolai mio padre, Il Lulu.

Mi aspettava in soggiorno  in versione Rambo 2.0: maglietta bianca sgualcita e pantaloncino a righe bianco e azzurro, capello bianco poco folto e per chiudere occhiali da vista messi insieme da uno scotch di carta molto instabile!

La faccenda era piuttosto complicata e il Lulu non contribuiva a trasmettere la tranquillità necessaria alla seduta.

Quel giorno siamo partiti con le 7 punture a cui eravamo arrivati, pronti via! E via pure le api  che sono uscite in 10 dal barattolo mentre io cercavo di rimettere la calza che lo chiudeva! Il soggiorno era invaso da quel ronzio tipico e noi eravamo all’inseguimento! La gente di solito scappa mentre noi gli correvamo dietro, la situazione era demenziale e esilarante allo stesso tempo! Mamma Olly è accorsa munita di scopa e straccio e ha cercato di riprendere il controllo del soggiorno contribuendo a quello spettacolo grottesco, e , in circa trenta secondi era fuori gioco: un ape guerriera l’ha attaccata senza pietà e si è infilata nei capelli, lei a testa in giù ha cercato di liberarsi ma ormai era fatta “mi ha punta!”disse, stavo morendo dalle risate!

Dopo l’eliminazione di Olly che tutto sommato se la cavava bene a dolore ci siamo ricomposti  e con calma abbiamo ripreso le postazioni di guerra: Olly apriva e chiudeva il barattolo, il Lulu prendeva  le api con le pinze e mi pungeva e io ero seduta al centro del salone a soffrire! Di tanto in tanto facevo due giri della stanza per sopportare meglio il dolore dei pungiglioni piantati nella schiena e via 1,2,3... fino a sette! finito! Era finalmente arrivata quella sensazione di lieve ubriacatura da veleno! poi relax sulla poltrona rossa e colazione post battaglia!

A fine mattinata ho finalmente deciso di prendere coraggio e avvisare l’Ospedale. Ma Dopo dieci minuti delle quattro stagioni di Mozart mi ero assolutamente rotta i coglioni di aspettare che qualcuno rispondesse e riattaccai! Optai per una mail dicendo che avevo delle avvisaglie di ricaduta, senza essere eccessivamente drammatica. Ricevetti risposta solo qualche giorno più tardi:

“Se non migliora ci contatti lunedì prossimo che valutiamo il da farsi. Saluti”. 

Diciamo che la risposta mi aveva lasciato piuttosto perplessa, ma ci passai sopra e decisi di farmi una passeggiata per via Po anche se non sentivo i piedi, volevo camminare e soprattutto non pensare, mi sentivo come sospesa nel tempo, mi sentivo come in una bolla da cui non era possibile uscire, guardavo la gente senza osservarla veramente nella speranza che quella crisi durasse il meno possibile e che fosse solo un brutto sogno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

G-PANT-ONE

Il colore che scegli e’ lo specchio del tuo mood del giorno

Apitherapy News

The Winged Girl

WordAds

High quality ads for WordPress

Vivere Paleo

Feel good about yourself

APITERAPIA

Il blog dell'apiterapia in Italia

Api&Benessere

Benessere dell'uomo, degli animali e dell'ambiente

Blog delle api

quello che c'è da sapere sulle api e sul miele

alemarcotti

io e la mia vita con la sclerosi multipla

Sclerosi multipla

The Winged Girl

Donnamoderna

The Winged Girl

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: